Il Dipartimento per le politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri ha recentemente adottato la misura “#Conciliamo”, volta a sostenere progetti di Welfare aziendale che consentano ai datori di lavoro di sviluppare misure che impattino positivamente sulla qualità della vita di lavoratrici e lavoratori.

A tal proposito, è stata stanziata una dotazione di euro 74.000.000 a titolo di finanziamento pubblico, a fondo perduto, a copertura fino all’80% dei costi per iniziative aventi valore compreso tra un minimo di euro 500.000 ed un massimo di euro 1.500.000 e della durata massima di 24 mesi.

Le proposte progettuali da presentare avranno ad oggetto la prosecuzione e/o lo sviluppo di azioni di Welfare già esistenti o l’introduzione di nuove misure, che perseguano le seguenti finalità: crescita della natalità, riequilibrio dei carichi di cura tra uomini e donne, incremento dell’occupazione femminile, contrasto dell’abbandono degli anziani, supporto della famiglia in presenza di componenti disabili, tutela della salute.

I soggetti ammessi alla richiesta di finanziamento sono individuati, dal bando #Conciliamo, in imprese e società cooperative aventi più di 50 dipendenti a tempo indeterminato, singolarmente o anche in forma associata (con la possibilità di creazione di Associazioni Temporanee di Scopo  – ATS).

Beneficiari delle proposte progettuali saranno lavoratrici e lavoratori a tempo determinato o indeterminato (part-time e full-time), inclusi i dirigenti.

Si potrà pertanto concorrere alla richiesta di finanziamento di cui al Bando emanato, presentando domanda via PEC, corredata della documentazione richiesta, entro il 15 ottobre 2019.

La graduatoria sarà stilata seguendo criteri di valutazione dell’intervento volti a misurare innovatività, concretezza, efficacia, economicità, sostenibilità dell’azione, ai fini dell’accesso al finanziamento che verrà erogato in 3 tranches: 30% del quantum dalla comunicazione di inizio attività, 40% dell’importo dopo 10 mesi dalla data di avvio attività, saldo entro 60 giorni dalla chiusura del progetto.

Il team di SCGT dedicato alla consulenza nell’ambito della gestione delle risorse umane sarà in grado di fornire assistenza tanto in una fase iniziale di confronto quanto in sede di predisposizione della documentazione necessaria all’inoltro della domanda.